Quando la causa dei dolori sono le cicatrici

12916245_964472373661035_7594421093483593738_oLe cicatrici sono un evento molto frequente nella vita delle persone: dagli interventi chirurgici, alle ferite durante un trauma, alle ustioni. Spiacevoli eventualità che riscontriamo con una certa frequenza nella vita di un essere umano e che possono creare dei disturbi che devono essere presi in considerazione e opportunamente trattati.
Le cicatrici impediscono la normale elasticità tessutale, in particolare quelle a livello del collo, del torace e dell’addome, poiché, essendo costituite da tessuto fibroso anelastico, creano un nodo a livello dei piani fasciali e muscolari.
Dobbiamo pensare al nostro corpo come ad una struttura tridimensionale, in cui la cicatrice costituisce un punto di maggior tensione che attira tutto verso di sè.

Continua a leggere

Cosa sono i Trigger Point?

tratto da http://www.lascienzainpalestra.it/cosa-sono-i-trigger-point/ 

I trigger point miofasciali, chiamati comunemente trigger point, sono descritti come dei punti iperirritabili presenti in una bandelletta muscolare contratta, nella quale sono presenti dei noduli palpabili. E’ una delle forme di stati contratturali descritti in letteratura che è possibile trovare in un tessuto muscolare.

Cos’è un Trigger Point?

Trigger Point, descritti per la prima volta dal Dr. Travel nel 1942 presentano determinate caratteristiche:

  • punto dolente nel tessuto muscolare o nella fascia, non causata da un trauma acuto, infiammazione, degenerazione, neoplasia e infezioni;
  • il dolore può essere riferito ad un nodulo o a tutta la bandelletta contratta e può generare una “local twitch response”, ossia una contrazione involontaria provocata dalla stimolazione del punto trigger;
  • la palpazione del dolore riproduce la sensazione di dolore del paziente, che può essere riferito in alcune zone tipiche di riferimento per ogni trigger point;
  • il dolore non può essere spiegato da una valutazione neurologica.

Continua a leggere